Una pratica informale in attesa del treno

Seduta su una panchina intravedo i raggi del sole che spuntano tra le pensiline che coprono le banchine della stazione. Chiudo gli occhi, il sole scalda la mia pelle in una mattina di gelo siberiano. Per un attimo penso all’estate e alla vacanza che mi aspetta.

Ascolto i suoni della stazione. C’è un fischio di sottofondo, sembra provenire dal tunnel, o è forse dall’ ingresso della stazione? Lo osservo per un po’ , dura diversi secondi, cambia intensità, termina. Poi riprende di nuovo e ancora finisce dopo alcuni secondi. Una madre parla col suo bambino.

Fruscii di foglie, una musica lontana. I capelli si muovono davanti al mio viso. Una voce da un altoparlante annuncia l’ arrivo del treno. Apro gli occhi. Lascio andare la pratica.

E’ ora di prendere il treno.

Annunci

Autore: Silvia Zuccaro

Psicologa psicoterapeuta, pratico yoga e meditazione da diversi anni. Sono istruttrice di protocolli mindfulness MBSR(mindfulness based stress reduction) e MBCT(mindfulness based cognitive therapy) e insegnante di Hatha Yoga e Mindfulness Yoga. Vivo e lavoro a Roma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...